Video

Leone

23_Leone MISOCROMIA #1 (03)

Leone is an Italian director who works in the commercial, fashion and music industry.

Bio
Born in Abruzzo, Italy, Leone moves to Milan in order to graduate in Science of the Communications.
He started to work as a director realizing videoclips for singers such as Elisa, Tiromancino, Eros Ramazzotti, Planet Funk, Mauro Pagani and Nicola Arigliano.
He directed several commercials and short films such as “Una splendida giornata”, “Cache Cache” and “Sul Tram”.
In 2007 he creates the production house K48 in Milan. Leone is a director and photographer with experience that has worked with the biggest Italian and international brands. His works are characterized by an elegant and intimate interpretation of the comedy.

“There is strong shadow where there is much light”
– Johann Wolfgang von Goethe

We asked a few questions to Leone. Below his answer about “MISOCROMIA #1”.

With “MISOCROMIA #1” I felt the need of making a fashion film that was out of criterion. I wanted to have a narrative approach in order to get away from the common rules of fashion. It all started when I created “MISOCROMIA | In your sleep”, a videoclip shot for the New Zealander singer Tanya Horo. I was interested in the topic of color and insomnia as an indivisibile duo so I decided to develop a story with Davide Tappero Merlo and Igor Ragazzi.
This is when “MISOCROMIA #1” came to life. A story of a group of preppies that, after a well-off life, are rejected by their family because of their strong depression. This is why I set them in a “rehab” clinic where a professor tries to cure them with colors.
The fear of color reflects the idea that I wanted to express: I chose a group of models because I wanted to stress the fashion victimism to whom they are subjected every day. They become objects, test subjects for the society in which we live ending by losing their personality.
The color is at the center of the scene: they are surrounded by it, they cry, bleed, faint at the sight of it.
With the DOP Marcello Dapporto, I realized a fashion film made of strong tints and creepy atmospheres that describes the inability to accept the color as such.
“MISOCROMIA #1” is a visual and narrative experiment that will find its accomplishment in a future web serie.

23_Leone MISOCROMIA #1 (01)

23_Leone MISOCROMIA #1 (02)

23_Leone MISOCROMIA #1 (04)

23_Leone MISOCROMIA #1 (05)

23_Leone MISOCROMIA #1 (06)

23_Leone MISOCROMIA #1 (07)

23_Leone MISOCROMIA #1 (08)

in Italian

Leone è un regista italiano che lavora nel mondo dell’advertising, del fashion e della musica.
Nato in Abruzzo, Leone si trasferisce a Milano per laurearsi in Scienze della Comunicazione.
Ha iniziato a lavorare come regista realizzando videoclip per cantanti del calibro di Elisa, Tiromancino, Eros Ramazzotti, Planet Funk, Mauro Pagani e Nicola Arigliano.
Ha diretto svariati commercial e cortometraggi come “Una splendida giornata”, “Cache Cache” e “Sul Tram”.
Nel 2007 fonda la casa di produzione K48 a Milano. Leone è un regista e fotografo con grande esperienza che ha lavorato con i più grandi brand italiani ed internazionali. Il suo lavoro è caratterizzato da un’elegante e intima interpretazione della commedia.

“Dove c’è molta luce, l’ombra è più nera”
– Johann Wolfgang von Goethe

Abbiamo fatto alcune domande a Leone. Di seguito la sua risposta in merito a “MISOCROMIA #1”.

Con “MISOCROMIA #1” sentivo la necessità di fare un fashion film che fosse fuori dagli schemi. Volevo avere un approccio più narrativo per uscire dalle regole comuni del mondo del fashion. Tutto è iniziato quando ho realizzato “MISOCROMIA | In your sleep”, un videoclip creato per la cantante neozelandese Tanya Horo. Ero molto interessato all’argomento del colore e dell’insonnia come duo indivisibile così ho deciso di sviluppare la storia con Davide Tappero Merlo e Igor Ragazzi.
Qui è quando “MISOCROMIA #1” è nato. La storia di un gruppo di “figli di papà” che, dopo aver vissuto una vita agiata, vengono rifiutati dalle loro famiglie a causa della loro forte depressione. Per questo ho deciso di ambientare la loro storia all’interno di una clinica per “rehab” dove un professore cerca di curarli tramite l’uso del colore.
La fobia del colore riflette l’idea che volevo esprimere: ho scelto infatti un gruppo di modelli perché volevo sottolineare il vittimismo tipico del mondo del fashion a cui sono soggetti ogni giorno. Diventano oggetti, cavie per la società in cui viviamo finendo per perdere la loro personalità.
Il colore è al centro della scena: sono circondati da esso, piangono, sanguinano, svengono alla sola vista del colore.
Con il DOP Marcello Dapporto, ho realizzato un fashion film dalle tinte forti e dalle atmosfere inquietanti che descrivono l’impossibilità di accettare il colore in quanto tale.
“MISOCROMIA #1” è un esperimento visivo e narrativo che troverà il suo compimento in una futura web serie.